Non Solo Ferri Vecchi - CONSERVAZIONE DELLA STORIA DELLA NOSTRA SOCIETA'

Macchine Varie

14 gennaio 2010

Macchina Contamonete

Tags: , , , , , , , ,

Ascolta con webReader

 
Macchina Contasoldi

Geldzahlmaschinen Fabrik Hans Brose – Berlino N. 2007  

Che bella macchina ho trovato nei mercatini : una macchina Contamonete di fabbricazione tedesca.
  

Nei miei ricordi mi porta quando avevo 12 o 13 anni e cominciavo ad accumulare qualche mancietta e mia madre mi ha procurato dalla banca ( la Cassa di Risparmio di Verona Vicenza e Belluno – ora Unicredito ) un salvadanaio o “musina”. La stessa però doveva essere restituita quando chiudevo il libretto. Cosa che non ho mai fatto….e la banca si è trattenuta la cauzione.   

Macchina Contasoldi

Io infilavo tutte le manciette, poi quando era abbastanza pesante, andavo con la mamma in banca, e c’era un signore ( il cassiere ) che aveva la chiave della mia cassettina ( io non l’avevo ).
L’ apriva e metteva tutte queste monetine su una macchina e girava una monevella. Io era ancora piccolo, e più di tanto non capivo, ma vedevo le monetine che rumoreggiavano in questa strana macchina e uscivano da un buco. E solo a questo punto il signore annotava quanti
soldini…”lire“….avevo portato su un libretto. 

Ma guarda un po’, da grande, ho riconosciuto questa macchina e me la sono acquistata. Per più motivi : collezionismo, passione per l’ingegno dei nostri avi, ma soprattutto ricordi !  

Indubbiamente la macchina non è la stessa che io vedevo al tempo, ma era uguale. Eccola qui, per voi, se l’avete vista quando eravate più piccoli, e anche se non l’avete vista : infatti i più giovani difficilmente sono andati in banca a portare delle monetine !  

Un po’ di foto…..:
.

La stessa veniva commercializzata in Italia dall’agente generale Spinelli Raffaele di Genova.
Il funzionamento ? semplice : si inserivano le monetine della stessa qualità e spessore ( 2 Lire, 5, 10 ecc…) e per forza centrifuga venivano espulse da un foro . Un contatore le contava evitando al cassiere di doverlo fare a mano pezzo per pezzo. 

L’ho provata, e la conta funziona benissimo.
Ora ne esistono di nuove, eletteriche, e soprattutto per l’Euro !!  

Ma questa ha il valore della “storia del ventesimo secolo“….  

 
Print Friendly
  1. ciao, io ho un salvadanaio della cassa di risparmio di venezia…con n° di serie su targhetta blu, vernice raggrinzzante rossa praticamente perfetto con chiave numerata. quanto potrebbe valere secondo te? ma sopratutto quanti anni potrebbe avere l’oggetto? probabilmente non lo venderò mai..solo curiosità. Nicola

    Comment by Nicola — 17 ottobre 2010 @ 07:51
  2. Caro Nicola, dalla tua descrizione deduco che il salvadanaio possa avere da 40 ai 50 anni, erano anni in cui i genitori o i nonni aprivano presso una banca un deposito a risparmio per i bimbi, con detto deposito la banca dava in comodato con cauzione di 500 lire un salvadanaio come il tuo, affinchè i bimbi imparassero a mettere da parte qualche soldino ricevuto con le mancette. Al giorno d’oggi i bimbi hanno il maialino in ceramica per accumolare le mancette, però è assai difficile che venga riempito.
    La stima di mercato dei salvadanai di cui parliamo può variare dai 15 ai 20 euro, aggiungi cinque euro per il fatto chè possiedi le chiavi, assai raro trovarli con le chiavi. Sembra poco ma rammento che sono circa da trentamila alle quarantacinquemila delle vecchie lire.
    Ciao Rino

    Comment by Rino — 18 ottobre 2010 @ 21:01
  3. CIao Nicola,anch’io ho un salvadanaio uguale al tuo,a me però manca la chiave,potremmo sentirci in privato?perche ho bisogno di sapere il modello e la marca delle chiavi di questi oggetti per fare un duplicato.GRAZIE

    Comment by ANTONIO — 14 agosto 2011 @ 13:38
  4. Salve io sono particolarmente interessato all’acquisto della macchina conta monete perche’ credo di aver capito che porta il nome Globus e questa veniva fabbricata dalla ditta Selex di capriata d’orba (AL) che ha fondato mio nonno bonanima e cacciato per ingiusti motivi. Le lascio il mio n. di tel. 3475931426 e il mio indirizzo email: capriataluca@gmail.com oppure puddu.luca@netunion.it
    aspetto al più presto sua risposta

    Comment by Luca — 23 maggio 2013 @ 08:18

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.