Non Solo Ferri Vecchi - CONSERVAZIONE DELLA STORIA DELLA NOSTRA SOCIETA'

Oggetti Vari

19 febbraio 2010

Antico Acchiappamosche in Vetro o Moschera o Ciapamosche

Tags: , , , , , ,

Ascolta con webReader

Antico Acchiappamosche o Moschera

 

La presenza delle mosche si è drasticamente ridotta nei piccoli e grandi centri con la trasformazione della societa agricola e quella industriale. Oggi mucche, pecore, capre e galline non attirano più massicciamente questi fastidiosi insetti ( anche se ben rimpiazzati dalle zanzare ) in quanto confinate nelle campagne. Ma tanti anni fa non era così.  

La battaglia quotidiana contro le mosche aveva quasi il sapore di un corpo a corpo, con mezzi semplici e non meccanici.

In alternativa alla ripugnante carta moschicida, spesso appesa ben in vista nei punti strategici dell’abitazione, c’era l’acchiappamosche in vetro, o “moschèra” o “ciapamosche”.  

Questo era un oggetto di vetro (quello della foto risale all’800 ), di forma panciuta, con parte inferiore concava, poggiante su 3 piedini.  

Antico Acchiappamosche o Moschera

 

Posta al centro del tavolo con acqua mielata, acetata o zuccherata, ( sia all’inteno della bottiglia e/o su un piattino subito sotto la sua apertura sul fondo ) e tappata con il proprio tappo. Mosche e altri insetti venivano attirati dai profumi e quando se ne volavano via entravano nella bottiglia. Non trovando l’uscita venivano così catturati o annegavano nel liquido stesso.

Un paio di curiosità sulle mosche

Come fanno le mosche a stare “appese” al soffitto o sui vetri ?Anche i campioni di ginnastica non hanno certo la capacità di camminare appesi a un soffitto. La mosca, invece, zampetta senza difficoltà lungo le pareti, i vetri delle finestre, i soffitti. Come fa? Se la osserviamo con una lente vediamo che le sue zampe sono munite di cuscinetti adesivi. Quando la mosca cammina, essi aderiscono come ventose alle pareti e le permettono di stare in quella posizione. Le zampine della mosca sono munite anche di piccole unghie appuntite, che si agganciano saldamente alle più minute asperità. Quando la mosca cammina appesa al soffitto, tre zampine aderiscono sempre ad esso. 

Perché è così difficile acchiappare le mosche?
Se una mosca si è posata sulla tua schiena, non al vedi perché non hai gli occhi dietro la testa! Se però cerchi di acchiappare la mosca anche “da dietro”, essa vedrà arrivare la tua enorme mano. E tu avrai un bel giocare d’astuzia, essa riuscirà sempre a sfuggirti. Questo avviene soprattutto perché la mosca ha gli occhi diversi dai nostri: sono due enormi occhi immobili ma composti da migliaia di minuscoli occhi semplici rivolti in tutte le direzioni: grazie a loro, la mosca avverte istantaneamente i più piccoli movimenti di un oggetto. Inoltre, essa avverte
anche lo spostamento dell’aria provocato dalla tua mano in movimento e vola via fulmineamente.

Print Friendly
  1. Esiste un’ampolla simile,ma molto più grande…Ho avuto modo di vederla durante la visita ad un castello in provincia di Ragusa…Devo dire che era un modo molto ingegnoso per eliminare quelle fastidiose mosche che ci torturano ancora oggi !Cissà se potrebbe funzinare anche per le odiosissime zanzare !

    Comment by nella — 29 gennaio 2011 @ 08:17
  2. Certo, aggiungendo nell’acqua la pastiglietta che si immerge nei tombini delle fognature contro le larve per la disinfestazione delle zanzare, può funzionare a debellarle
    vicino a casa.

    Comment by Rino — 21 febbraio 2011 @ 23:39
  3. Cerco una moschera, se qualcuno sa dove acquistarne una in provincia di Padova , grazie.

    Comment by daniela — 1 ottobre 2012 @ 20:15
  4. Quanto può valere un acchiappa mosche come in foto

    Comment by maria — 2 giugno 2014 @ 09:17

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.