Non Solo Ferri Vecchi - CONSERVAZIONE DELLA STORIA DELLA NOSTRA SOCIETA'

Bachelite

4 marzo 2010

Vecchio Trasformatore elettrico in bachelite

Tags: , , , , , , , , , , ,

Ascolta con webReader

Vecchio Trasformatore in Bachelite

Posso affermare di avere anche io un piccolo museo che può ricostruire un po’ di storia dell’elettricità, con oggetti più disparati che vanno dai vari strumenti di misurazione, a trasformatori, fino ad arrivare ai più semplici interruttori sia di porcellana che di bachelite.
Quello di oggi è un vecchio trasformatore in bachelite ( vedi post precedente sulla bachelite )
Il trasformatore è una macchina elettrica statica (perché non contiene parti in movimento)  appartenente alla categoria più ampia dei convertitori.
In particolare il trasformatore consente di convertire i parametri di tensione (simbolo V unità di misura volt) e corrente ( simbolo A unità di misura ampere) in ingresso rispetto a quelli in uscita, pur mantenendo costante la quantità di potenza elettrica apparente  (a meno delle perdite per effetto dell’isteresi e delle correnti parassite).
Il trasformatore è una macchina in grado di operare solo in corrente alternata, perché sfrutta i principi dell’elettromagnetismo legati ai flussi variabili.   

Vecchio Trasformatore in Bachelite

È stato uno dei motivi principali della vittoria della corrente alternata di Tesla nella famosa guerra delle correnti contro Edison.
Le tappe storiche che portarono al’invenzione del trasfromatore furono le seguenti :   

Michael Faraday inventò il 29 agosto 1831 l’anello a induzione, il primo trasformatore. Egli lo usò per dimostrare i principi dell’induzione  elettromagnetica e non ne intravide un uso pratico.   

Vecchio Trasformatore in Bachelite

  

Lucien Gaulard e John Dixon Gibbs presentarono a Londra nel 1881 un dispositivo chiamato generatore secondario e vendettero l’idea alla società americana Westinghouse. Fu il primo trasformatore di uso pratico; impiegava un nucleo lineare, abbandonato poi in favore del nucleo circolare. Fu anche presentato a Torino nel 1884, dove fu adottato per un sistema di illuminazione.   

Vecchio Trasformatore in Bachelite

   

William Stanley, un ingegnere della Westinghouse, costruì un modello di trasformatore nel 1885, dopo che George Westinghouse acquistò l’invenzione di Gaulard e Gibbs. Egli utilizzò per il nucleo due ferri sagomati a forma di E. Il modello entrò in commercio nel 1886.
Ottó Bláthy, Miksa Déri e Károly Zipernowsky (ingegneri ungheresi della società Ganz di Budapest) svilupparono nel 1885 un efficiente modello “ZBD”,  basato sul progetto di Gaulard e Gibbs.
Nikola Tesla nel 1891 inventò la bobina di Tesla, un trasformatore risonante con avvolgimenti sintonizzati in aria per produrre altissime tensioni ad alta frequenza.   

Vecchio Trasformatore in Bachelite

Print Friendly, PDF & Email

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.