Non Solo Ferri Vecchi - CONSERVAZIONE DELLA STORIA DELLA NOSTRA SOCIETA'

Archive for Novembre, 2021

Eventi

19 Novembre 2021

Mercatino Antiquario di Ascoli

Tags: ,

Ascolta con webReader
Mercatino Antiquario di Ascoli

Anche il mese di novembre torna ad accogliere il Mercatino Antiquario di Ascoli Piceno, puntuale il terzo fine settimana del mese.
Anche per questa edizione sono tanti gli appuntamenti per rendere l’esperienza in città la più completa possibile. Nei due giorni del mercatino saranno oltre 160 gli espositori partecipanti, tra antiquari di mobili e quadri, collezionisti dell’800, amanti del vintage oltre agli artigiani e ai prodotti tipici.

Piazza del Popolo aprirà sabato e domenica dalle 9 alle 19, mentre piazza Arringo, piazza Roma, via del Trivio e il chiostro di San Francesco a partire da sabato ore 15. Per la domenica tutta la giornata sarà a disposizione dei numerosissimi avventori che ogni mese scelgono Ascoli come meta turistica e per il suo storico mercatino.

Il collezionismo è il grande protagonista, dopo trent’anni il mercatino di Ascoli è diventato leader in Italia nel settore dell’antiquariato, collezionismo e vintage essendo una garanzia di presenza e qualità. Dal comò all’armadio, dalla ceramica Fama a Castelli, dai vetri ai lampadari, tappeti, avori, quadri e tanto altro il mercato mette a disposizione.

Il Natale si avvicina veloce e come ogni anno gli artigiani propongono le loro creazioni uniche e originali per decorare la casa con il tocco di artista. Sono tante le idee per i regali di Natale che il mercatino può offrire, oggetti dal design iconico e senza tempo, opere di antiquariato di pregio, bijoux e tante curiosità da tutta Italia.

A proposito di collezionismo si conferma la seconda edizione di “Una città da collezione” un progetto di Ascoli Musei. Dopo il successo del primo incontro che in poche ore ha registrato il sold out, “Una città da collezione” prosegue con la collezione Matricardi al Museo dell’Arte Ceramica di Ascoli Piceno domenica 21 novembre alle ore 17.
Questa volta, accanto al prof. Stefano Papetti e all’ing. Giuseppe Matricardi, verrà raccontata la storia di una famiglia che ha impresso una radicale svolta nella produzione ceramica ascolana. Fra manufatti che riempiranno gli occhi di eccezionale bellezza, si andrà alla scoperta della Fabbrica di maioliche a gran fuoco Matricardi, e della sapiente passione che ha portato alla nascita di una collezione di raro pregio. Al termine, nella suggestiva atmosfera del chiostro maggiore, si terrà un brindisi con degustazione a cura di Siamo Fritti. Posti limitati. Costo: 15 euro (ingresso – visita guidata – degustazione). Per info e prenotazioni obbligatorie: 0736 298213 | 333 327 6129 | www.ascolimusei.it | FB & IG @ascolimusei. Gli eventi si svolgeranno nel rispetto delle normative anti-Covid19. Necessario il Green Pass.

Un altro progetto vincente è l’appuntamento con TI RACCONTO ASCOLI, le visite guidate alla scoperta della città le domeniche del Mercatino. Con la guida dell’Associazione Marche V Regio, in collaborazione con il Mercatino Antiquario, andremo alla Ricerca della Bellezza con una passeggiata in città e la visita alla mostra della collezione Cavallini Sgarbi intitolata “la Ricerca della Bellezza”.
E’ possibile scegliere l’orario preferito tra mattina e pomeriggio, prenotare e lasciarsi guidare nella città della bellezza. Partenza ore 10 e ore 15 davanti il centro informazioni turistiche di piazza Arringo.

Il tour prevede un giro in città tra le sue piazze e monumenti principali e la visita guidata alla mostra del momento, La Ricerca della Bellezza, collezione della famiglia Sgarbi, in esposizione a Palazzo dei Capitani. Prenotazione obbligatoria entro il giorno prima (fino ad esaurimento posti), contributo visita guidata + ingresso mostra € 15, solo visita in città senza mostra € 10, bambini fino a 12 anni gratis.

Saranno rispettate le norme Anti-Covid. E’ richiesto il green pass per la visita della mostra.
Per info e prenotazioni 328 3247179 – 347 6590764 scopriascoli@gmail.com

A grande richiesta e per la gioia dei più piccini torna il Mercatino dei Bambini, domenica 21 novembre come al solito in via d’Ancaria. Tutti i bambini che lo desiderano possono partecipare in tutta libertà al mercatino a loro dedicato e diventare piccoli commercianti per un giorno. Per maggiori informazioni contattare Laura Trontini 3470585579.

Importante: la prossima edizione si svolgerà sabato 11 e domenica 12 dicembre.

Il Mercatino Antiquario vi aspetta per vivere insieme il centro storico tra bellezza ed esperienza.

INFO: Tel e fax 0736 256956 FB @Mercatino.Antiquario www.mercatiniantiquari.com
Orario: Piazza del Popolo sabato e domenica dalle 9 alle 19 – Piazza Arringo, Via del Trivio, Chiostro di San Francesco sabato dalle 15 alle 20, domenica dalle 9 alle 19.

Eventi

Le Casette di Natale – Pescocostanzo

Tags: , ,

Ascolta con webReader

Le Casette di Natale
A Pescocostanzo in provincia de L’Aquila
Dal 8 dicembre al 6 gennaio.

Tutti articoli natalizi ed eventi collaterali

Le casette sono tutte incastonate nel più bel borgo d’Abruzzo.
Pescocostanzo è definita la Cortina d’Abruzzo.

Per info :

Maurizio Milardi
Cell : 349-7223938
Email : gedit2004@libero.it

Eventi

Mostra Mercato del Vinile e Cd di LEGNANO

Tags: , , , , ,

Ascolta con webReader
Mostra Mercato del Vinile e Cd di LEGNANO

Vi informiamo che Domenica 21 Novembre ci sarà la Mostra Mercato del Vinile e Cd di LEGNANO presso il Centro Sociale Pertini “IL SALICE” situato in Via dei Salici 9.
MANIFESTAZIONE ORGANIZZATA DALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE ROCK PARADISE in collaborazione con l’Associazione Comitato Laboratorio di Quartiere Mazzafame, il Circolo S. Teresa Mazzafame, Rock Paradise Store e Il Salice.
Parteciperanno oltre 20 espositori, con MIGLIAIA di dischi in vinile, CD, DVD.
AMPIO PARCHEGGIO GRATUITO ALL’ESTERNO DELLA STRUTTURA
INGRESSO GRATUITO
POTRAI SCAMBIARE dischi e CD con gli espositori
POSSIBILITA’ DI RISTORARSI E PRANZARE
A riguardo del COVID – 19, verranno seguite le misure sicurezza richieste dai vari DPCM e le ordinanze della Regione Lombardia

Eventi

Trova, Compra, Vendi Antiquariato!

Tags: ,

Ascolta con webReader

Nasce una nuova piattaforma che si occupa esclusivamente di antiquariato : antiquariatoo.com

L’antiquariato: cosa c’è da sapere

I pezzi d’antiquariato stanno riscontrando un successo in crescendo. La moda di acquistare oggetti antichi, in qualche modo utili o meramente affini all’arredamento,  è finalmente tornata in auge dopo un periodo che può definirsi di stallo, anche per via della recente crisi economica  mondiale. Per fortuna, con la ripresa dell’economia e la stabilizzazione del mercato, è stato possibile partecipare ad aste, sia in presenza che da remoto, ed entrare così in possesso (dopo una contesa più o meno accesa con un altro interessato) dell’oggetto prediletto. In Italia, ad esempio (prendendo in considerazione le aste in cui è necessario presenziare dal vivo) sono state indetti alcuni eventi riguardanti le meraviglie dell’antiquariato orientale, perlopiù giapponese e cinese, in cui estimatori -benché non numerosissimi- hanno potuto gareggiare al rialzo.

La stessa storia si è ripetuta in quasi ogni parte del mondo, a esclusione delle zone considerate ancora da tener sott’occhio per mezzo della pandemia. Al di là del periodo di fisiologico e normale calo dovuto a forze nettamente maggiori, l’antiquariato ha riottenuto la sua meritata gloria.

Il successo dei mobili di antiquariato

Il segreto dei mobili di antiquariato e del loro successo, sta tutto nel loro fascino. L’idea di poter custodire nella propria casa un tesoro originale e inestimabile, probabilmente non reperibile altrove, ha sempre conquistato lo zelo di esperti e compratori. La storia dell’uomo è pregna di manufatti tanto semplici quanto emananti un’aura misteriosa e cabalistacamente insondabile. Non è affatto un caso che le abitazioni aventi credenze, grammofoni, quadri e tavoli rimandanti a degli anni quasi avveniristici e impossibili da rivivere, facciano sì che l’oggettistica antica trionfi a man bassa (o quasi) su quella ritenuta più moderna, forse costruita con materiali migliori e resistenti alle intemperie, benché la costruzione delle produzioni antiche sia in grado di reggere ottimamente il confronto.

Questo pare essere un  dato di fatto, nonostante non sia mai stato verificato da nessuna ricerca e che, dunque, resta soltanto un’ipotesi tuttavia avvalorata dal successo contemporaneo del mobilio d’antiquariato. Il fatto che possa essere utilizzato internet per effettuare acquisti in merito, è davvero un “pro” da non sottovalutare, quantunque vi sia da mettere in conto alcune precisazioni in merito. Essendo una risorsa certamente imprescindibile dei giorni nostri, ma allo stesso tempo ingannevole per i meno pratici, la rete può infatti mettere a repentaglio la sicurezza del portafoglio del compratore e dei suoi dati.

Aste di antiquariato ai tempi di internet

Per prima cosa, quando si approccia a un mercato del genere e a usufruirne tramite i motori di ricerca, è essenziale comprendere l’entità del sito che si visita, pur sapendo che, anche nei domini più sicuri e protetti, potrebbe nascondersi qualche malintenzionato deciso a vendere una cosa per un’altra. A prescindere dall’indirizzo ip che si deciderà di cliccare, sarà possibile mettersi in contratto con il venditore, ma ancor prima, sarebbe giusto dare addito alla verifica della merce.

In qualsiasi asta online, è infatti necessario -se non obbligatorio- postare delle foto che attestino la veridicità dell’antiquariato. Assieme all’oggetto di turno ritratto,  deve esserci anche una certificazione  che ne attesti l’epoca storica. In un mercato specifico, quello dei fossili, si tratta di una certificazione indispensabile, poiché si avrebbe modo di verificare -grazie a essa- che l’oggetto sia effettivamente appartenuto a un determinato periodo geologico.

Fossile o non fossile, un altro attributo che non dovrebbe mancare, è la valutazione dell’antiquariato da parte di un esperto. Ad esempio, qualora uno o più scrivani risalenti al millecinquecento, fosse valutata mille euro, sarebbe giusto che l’asta cominciasse da quella cifra esatta, a meno che il proprietario del ninnolo non decida diversamente.

Le aste di antiquariato online sono sicure?

Chi si approccia per le prime volte alla pratica online, potrebbe sentirsi scorato a causa di una mancanza effettiva di fiducia nei riguardi del venditore. Non sarebbe un atteggiamento da biasimare, poiché sarebbe moralmente e totalmente comprensibile. In casi come questi -di un’asta, dunque- i compratori sono usi fidarsi dei loro sensi nell’ordine di acquistare un pezzo pregiato. Con le vendite online, la cosa diviene leggermente più complicata, poiché non si avrebbe l’opportunità di visionare  l’oggetto dal vivo.

Ciononostante, esistono delle metodiche, talune abbastanza semplici da attuare nel caso si nutrisse qualche dubbio, fumoso o consistente, sull’affidabilità del venditore.

Basterebbe infatti cliccare sul profilo dell’account e dare un’occhiata alle sue precedenti transazioni. Nei siti di aste, è infatti molto comune che gli utenti (per la maggiore i venditori) lascino alla visione di tutti gli affari già completati con altri individui. Qualora si trattasse di una persona dall’aria disinteressata, senza particolari titoli di studio o rimandi a ulteriori siti (per lo più social) che ne asseriscano l’identità, è probabile che l’utente in questione stia nascondendo qualcosa: sarebbe meglio orientarsi su altro.

Qualora le transazioni fossero verificate e i compratori dessero l’idea di essere effettivamente delle persone reali, allora potrebbe essere la volta buona di concedersi a un’asta di antiquariato online.

Come fare un’offerta in un’asta di antiquariato online

Tutto dipende dai siti che ospitano l’evento. Ciononostante, esistono delle “convenzioni “ più o meno rispettate da ogni sito, che permettono a un utente di fare un’offerta. Innanzitutto, viene riportato il rilancio minimo da effettuare nel caso si fosse interessati all’articolo; dappresso, sarebbe obbligatorio connettere i dati della propria carta di credito/Paypal/Postepay/conto corrente al proprio account, in modo tale che il sito si accerti della veridicità dell’offerta.

Ovviamente, esiste un tempo limite da rispettare (solitamente indicato con un countdown) oltre il quale non sarà possibile effettuare altre offerte. Rispettando il limite riportato, si procede a formulare il rilancio personale, ad attendere qualche secondo e a vedersi, infine, accettata l’offerta.

È bene ricordare che è necessario aspettare la scadenza dell’asta per impossessarsi dell’oggetto, quindi è bene controllare il sito di tanto in tanto e sperare che nessun altro utente abbia alzato l’asticella. L’antiquariato è di per sé molto costoso e i rilanci sono mediamente cospicui. È probabile che, prima di vincere un’asta online, trascorra un po’ di tempo.