Non Solo Ferri Vecchi - CONSERVAZIONE DELLA STORIA DELLA NOSTRA SOCIETA'

Attrezzi

1 marzo 2010

Antico Rasoio in bachelite a molla Thorens Modello Riviera

Tags: , , , , , , , ,

Ascolta con webReader

Rasoio in bachelite con
carica a molla

Se l’altro giorno vi ho parlato delle lamette da barba ( vedi post ) e ieri di un affilalamette in bachelite ( vedi post ), oggi non potevamo non includere ( anche se in futuro ne parleremo ancora ) un rasoio moderno… o quasi ! Quanti di voi infatti si sono mai fatti la barba con un rasoio in bachelite (vedi cos’è la bachelite ) con carica a molla ??    

Ed eccolo qua !    

Si tratta di un modello risalente ai primi anni 50 di un’azienda svizzera, la Thorens ( Brevetto : Registered design number 876,564, patent application number 30106/52 (1952) patent number 748,126 (1956).   

Rasoio in bachelite con carica a molla

  

Questa è una azienda storica, fondata nel nel 1883 a St.Croix, dal signor Hermann Thorens per la fabbricazione di ‘scatole musicali’ e movimenti sonori.    

Questa è la ragione per la quale non è infrequente trovare, all’interno dei carillon antichi, un movimento chiaramente marcato Thorens. Nel corso degli anni successivi la casa svizzera fabbricò anche accendini (dal 1913), armoniche (1914), pick-up (1929) radio da tavolo e da pavimento (1933), e persino rasoi meccanici (‘Riviera’, 1954 , quello appunto delle foto ).    

Rasoio in bachelite con carica a molla

    

Non si deve pensare che la Thorens fosse un piccolo laboratorio disperso fra i monti: nel 1928, la Casa aveva 1.200 dipendenti, ridotti, a causa del crollo di Wall Street di quell’anno, al comunque notevole numero di 800 tre anni più tardi.    

Fa questa azienda è divenuta famosa in tutto il mondo per l’alta fedeltà : già nel 1928, la casa iniziò poi a fabbricare motori elettrici per grammofoni, addirittura a trazione diretta !   

Rasoio in bachelite con carica a molla

  

Poi si passò alla trasmissione a puleggia, e attorno al 1940 iniziò anche una proficua attività di produzione di macchine per l’incisione dei dischi (che, all’epoca, erano esclusivamente a 78 giri). Il primo cambiadischi commerciale della Thorens venne presentato nel 1943, ma si deve aspettare fino al 1957 per l’arrivo del primo grande giradischi hi-fi della Casa, il ‘TD124’.    

Rasoio in bachelite con carica a molla

I suoi giradischi sono stati per anni il punto di riferimento del settore, quieti, solidi, pregiati ma non inaccessibili, costruiti in Svizzera e in Germania eppure gradevoli d’uso come i migliori giapponesi. Non c’è da stupirsi del fatto che modelli come il ‘TD124’ o il successivo ‘TD125’ siano rimasti nella storia, oltre che nel cuore degli intenditori. Tanto che, dopo il successo commerciale che conobbero quando erano nuovi, attorno ad essi si è ora sviluppato un fiorente mercato collezionistico, in continua, veloce espansione.   

 

Ma negli anni 80, la Thorens dovette scontransi con un a dura realtà : l’arrivo del CD. Le vendite erano in calo continuo, il CD stava dominando il mercato ormai in lungo in largo e per anni. I nuovi modelli rimanevano fermi a raccogliere polvere sugli scaffali. La Thorens andò incontro ad altre divisioni societarie e la sua consistenza iniziò a scemare rapidamente. Problemi di vario tipo portarono a ripetute rivoluzioni dell’assetto sociale ed a successiva fusioni in altre società.    

Insomma, dietro ad un oggetto così piccolo e particolare, si nasconde un nome e un pezzo importante di storia dell’alta fedeltà.    

Ma avreste voi la pazienza al giorno d’oggi di caricare continuamente il rasoio per farvi la barba ????  

Guardalo in funzione :  

Print Friendly, PDF & Email
  1. Da: Luca
    06 novembre 2010 17.26.58
    Oggetto: Rasoio a molla Thorens
    Salve
    sono in possesso di un rasoio a molla Thorens come quello ben descritto nel vostro articolo, quanto può valere ?
    Unitamente al rasoio c’è anche una lama di ricambio e la sua custodia originale.
    Grazie per l’aiuto
    Saluti
    Luca

    Comment by Luca — 9 novembre 2010 @ 18:12
  2. Il valore di stima del rasoio può variare da cinquanta euro
    a ottanta euro, secondo il colore della bachelite, e le condizioni dello stato.
    Ciao Rino

    Comment by Rino — 9 novembre 2010 @ 18:18
  3. Buonasera,
    Non so se può rispondermi.
    Io sono in possesso di questo modello.
    E’ completo con testina di ricambio, custodia.
    Il colore è uguale a quello da Lei presentato.
    Mi sá dire il valore?
    La ringrazio e Le porgo cordiali saluti, Franco

    Comment by franco — 15 ottobre 2014 @ 22:06

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.